L’inaccettabilità del rigore all’italiana


Il principio del “rigore” nella gestione della cosa pubblica (o privata) di cui si riempie la bocca il nostro esimio professore, non è di per sé contestabile. La diligenza del buon padre di famiglia è una regola aurea che dovrebbe essere sempre applicata da un buon manager, di qualsiasi settore.
Ci sono però vari fattori che rendono la presa in giro di Monti insopportabile; senza entrare nel merito dei danni tecnici dell’insensato rigore che ha voluto applicare alle tasche degli italiani, invece di centrare il cuore del problema italico che sono le nefandezze dell’amministrazione pubblica, il punto fondamentale è che per chiunque abbia un senso etico della giustizia e della libertà, non è accettabile che uno stato ladro si approfitti della vita dei suoi cittadini, per ora apparentemente inermi e incapaci di ribellarsi.
Come è possibile accettare i piagnistei sulla mancanza di soldi di una regione come la Lombardia e di una provincia come quella di Milano, che contribuiscono a prosciugare le tasche dei loro cittadini, se poi si scopre che il collegio sindacale di Sea (e di Serravalle spa) è più costoso di qualsiasi azienda privata (1 mio di euro)? Per chi non lo sapesse Regione (54%) e Provincia (14%) detengono la maggioranza di Sea. Quante sono le aziende pubbliche in Italia e quanti sono i regali agli amici di queste aziende? Migliaia e fanno milioni di euro di sgravi fiscali mancati.
Perché dobbiamo accettare impunemente questa vergogna? E perché dobbiamo accettare le vergogne come quelle della vicenda Alitalia in amministrazione straordinaria, dove persino il Tribunale di Roma dichiara l’inaccettabilità del lavoro dei commissari e delle loro società di revisione (prima KPMG poi Ernst&Young, giusto per non farci mancare nulla)? Il tutto dopo aver pesato sulle nostre tasche di cittadini e su quelle delle imprese del turismo per anni?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: