Lavoro: la lezione tedesca


L’articolo di Giannino si commenta da solo.
Poi volendo si può scomodare il conteggio degli oneri e balzelli che le aziende italiane pagano per tutto ciò che al lavoro è collegato e che si aggiunge alla tassazione: quote per le categorie protette che non si riesce ad assumere (se non ce n’è neanche uno preparato per il tuo lavoro paghi allo stato, perdendo soldi e produttività), sicurezze da imprese industriali anche se hai un call center, privacy ridicola, ecc.
Poi ci offendiamo se le grandi multinazionali investono in altri paesi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: