Cittadino del mondo vendesi (Dear Monti, this is the end) – 2


Dato che se uno critica deve esporsi anche con le proprie idee, ecco la lista dei sogni in ordine temporale di applicazione, lista che comprende anche alcuni dei contenuti della manovra Monti e lista che è necessariamente abbozzata sui singoli temi sia per motivi di spazio sia perché io sono tutt’altro che un tecnico o un professore.

1. dismissione del patrimonio immobiliare pubblico (non mi vengano a raccontare che richiede tempi lunghi, ci sono soluzioni tecniche per ottenere benefici immediati dalla scelta)
2. dismissione delle partecipazioni pubbliche in società operanti nei liberi mercati (altro che controllo di chi paga il canone Rai, dovrebbero venderla, tenendo un solo canale radiofonico ed uno solo televisivo per la comunicazione istituzionale dello Stato verso i suoi cittadini. E come la RAI tante altre società globali o municipalizzate locali)
3. Riforma del welfare, ossia tutti gli interventi già previsti da Monti con 4 modifiche: anticipo del limite di vecchiaia al 2012 per tutti, svincolo dal costo della vita per le pensioni superiori a 1600 euro, equiparazione del sistema pensionistico per tutti i politici, abolizione/sospensione dei vitalizi e delle pensioni di anzianità in vigore per tutte le persone con meno di 50 anni e/o con altri redditi
4. riforma del sistema fiscale, con obiettivi di semplificazione, equità e spinta alla crescita, partendo da regole semplici, fatte rispettare e dalla certezza della pena (la mancata fatturazione o emissione di scontrino fiscale, nell’attuale sistema, dovrebbe essere un reato penale grave per truffa ai danni dei cittadini)
5. Abolizione dell’Irap (anticostituzionale) e sistema di deduzioni per il rilancio dell’economia e degli investimenti infrastrutturali
6. abolizione dei finanziamenti pubblici ai partiti e abolizione dei finanziamenti pubblici a gruppi di interesse economico (es. ai giornali)
7. riduzione dei costi dell’apparato politico = riduzione dei parlamentari, riorganizzazione dei presidi territoriali (regioni, province, comuni), eliminazione delle spese correnti non utili ma semplicemente “di privilegio”, due diligence su tutti i contratti di consulenza e di servizio in essere, ecc.
8. riorganizzazione e riduzione dei costi della Pubblica Amministrazione = process reengineering, tecnologia, riduzione dei dipendenti, incentivi all’esodo, trasferimenti, ecc.
9. riorganizzazione della Difesa = tutto il sistema a partire dalla riduzione del numero e tipologia di forze armate, militari e non (marina, guardia costiera, polizia, carabinieri, aviazione, esercito, finanza, forestali, vv.ff., protezione civile, polizia municipale, polizia provinciale, polizia regionale, ecc.)
10. ristrutturazione completa della Sanità

Ecco qua, una semplice lista della spesa che per decenni politici e tecnocrati hanno bellamente ignorato e ora continuano ad ignorare applicando ancora la regola a cui ormai tutti quanti si sono assuefatti: mettere le mani nelle tasche degli italiani.

E invece, nulla di tutto ciò, per l’ennesima volta, anzi, ho la nausea per l’ipocrisia tecnocrate e politica che si è scatenata dopo l’annuncio della riforma, quella stessa ipocrisia che ci ha portato esattamente al punto in cui siamo. Suggerisco a tal proposito la lettura di Geminello Alvi: Una Repubblica basata sulle rendite.
Quindi, dato che alla fine anche la speranza è morta, annuncio pubblicamente di essere in vendita a quei Paesi dove ancora c’è rispetto tra cittadini e gestori della cosa pubblica, ovvero pochi per quanto ne so: Canada, Australia, Svizzera, Paesi Scandinavi (ma vanno bene anche Papua, Nuova Guinea, Seychelles, Mauritius,…).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: