Da: “Auto(im)mobili” di Fabio Lazzerini


Ringrazio ancora una volta Fabio Lazzerini perché il suo post sulle Auto(im)mobili mi ha portato a leggere il post originale di Christopher Elliot della National Geographic e ciò mi ha regalato qualche minuto di puro divertimento, nonostante l’approfondita riflessione sul contenuto dei post dovrebbe affliggermi e non rallegrarmi.

Ma, ormai, il decadimento del Bel Paese è tale, costante e continuo da rendere indispensabile una reazione per la sopravvivenza che parte, naturalmente, in modo inconscio, dall’ironia e dallo scherno.
Peccato, però, che all’estero, non essendo ancora abituati alle nefandezze della nostra Pubblica Amministrazione (a partire da politici e governanti), si divertano molto meno e non possano fare altro che condividere sempre più, in un passa-parola per noi distruttivo, la percezione di un bellissimo Paese, dal punto di vista paesaggistico, gestito ed abitato da un Popolo che era di navigatori ed inventori ed oggi è di furbetti e incapaci.

Confesso, anche se non frega niente a nessuno, che ormai sono convinto dell’impossibilità di correggere questa situazione, perché la modifica genetica che ci ha portato a questo punto ha talmente pervaso la mentalità degli italiani di ogni ceto, livello e professione (chi non rallenta davanti all’autovelox?) da non lasciare aperta alcuna via d’uscita.
Peccato, ci terremo il paesaggio…. fino a quando?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: